Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Ancora una volta in fiamme l'albero "sacro" a San Michele a pochi metri dal Santuario UNESCO



Giorni fa ho appena ricevuto queste foto da Monte Sant'Angelo.
Hanno ulteriormente bruciato l'olmo di San Michele, un antico albero legato al culto di San Michele a poca distanza dall'omonima grotta santuario e sito UNESCO.
Mi chiedo solo...Perché?

Ciao Domenico, oggi hanno dato alle fiamme il vecchio tronco dell'olmo di San Michele. Ti invio le foto, prima che intervenissero i vigili del fuoco. Lo so, l'albero, simbolo vivente del culto dell'Angelo, è morto da anni. Sicuramente quel tronco monco e marcescente non avrebbe resistito ancora a lungo, ma il voler a tutti i costi incenerire deliberatamente tanto passato fa male lo stesso. L'azione violenta mi ha fatto pensare alla profanazione di una tomba, così come le parole dei carabinieri che erano lì con me:" Non si può bruciare la storia, tutti sapevano questo legno cos'è stato". Ti saluto, con la stima che serbo per te.
A. P.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nessun commento:

I commenti offensivi saranno cancellati