Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Google celebra Vincenzo Colucci, giovane manfredoniano sviluppatore di un app Android di successo

Vincenzo Colucci è uno sviluppatore italiano di Manfredonia che sta acquistando popolarità in tutto il mondo e che molti di voi conosceranno senz’altro sotto il nome di GinLemon. Ecco, adesso, probabilmente avrete già capito che stiamo parlando dell’ideatore e sviluppatore di Smart Launcher, uno dei launcher alternativi meglio realizzati e più di successo dell’intero Play Store.

Approfondisci su tuttoandroid.net

 
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

VIDEO: Zi' Ntonie, un personaggio che non fa storia.

Un documentario su un contadino abruzzese d'altri tempi. Il suo stile di vita, dettato dai cicli e dalle leggi della natura , le sue antiche parole di saggezza, sono come tuoni per la società moderna.
Non commento oltre...più che altro non posso permettermelo.


Descrizione del video:
A nu' cuntadine ie l'om accise senza fàrien' addunà: ce vò poche a taià na cercosa piante de nuce e tutte le piante de nuce de lu monne, pe' farce mùobbele e cassettune o adderetture nu' belle foche: abbaste na seche u n'accette, tante la nuce nen s'arrebbelle! Ma quilli che taje nche tanta facilità almene avess'a sapè ca l'anne appresse nen magne nuce. Ch'accise a nu', mo s'aretrove nche nu morte dentr'a la case: le vulesse seppellì e nen po', le vulesse aresuscità e nen po'. Zi' Ntonie

Per gli appassionati della musica tradizionale: ricorrenti i riferimenti al canto durante il lavoro in campagna, evidente lo scopo "sociale" e "morale" del canto nella vita di un tempo; ad un certo punto si può ascoltare anche la versione abruzzese del sonetto/canzone alla diversa/traversa presente anche in Puglia (vedi anche questo link).



Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Nasce l'associazione "Monte Sant’Angelo Francigena"

La Via Francigena attraversa l’intera Nazione, raccogliendo un patrimonio materiale e immateriale inestimabile reperibile in una delle tappe principali come quella di Monte Sant’Angelo, all’incrocio tra la Via Micaelica e i Cammini dei Longobardi.
Il suo brand europeo di turismo culturale, sostenibile e economicamente rilevante arricchisce l’Italia e soprattutto il Mezzogiorno straordinariamente colmo di cultura, tradizioni, talenti.

Nasce così l’Associazione “Monte Sant’Angelo Francigena”, un sodalizio che muove in questi giorni i primi passi nella direzione di abbracciare il grande Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa e diventare nodo locale della Rete regionale che si va realizzando attorno alle “Vie Francigene di Puglia”.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Gli abiti della pacchiana di San Nicandro Garganico in mostra all'Esposizione universale di Parigi del 1867


di Domenico Sergio Antonacci

Il titolo è chiaro ed esaudiente. La fonte della notizia è "Su la Esposizione provinciale di Capitanata del 1869 relazione, giudizio, promulgazione de' premiati", a cura della Reale Società Economica di Capitanata.
La pacchiana era la contadina caratterizzata dal tipico abito del tempo; nella tradizione sannicandrese, tuttavia, l'abito è ornato riccamente di gioielli d'oro.
Fu scelto per essere esposto all'esposizione universale di Parigi, probabilmente per l'edizione del 1867, insieme al costume di Bovino e Sant'Agata di Puglia. 
Questa "scoperta" deve riempire d'orgoglio i sannicandresi e i garganici perché Parigi all'epoca era una delle capitali mondiali della cultura...chissà quali famosi personaggi potettero ammirare la maestria delle sarte garganiche.
Abito della pacchiana: fonte Facebook (Le bellezze del Gargano)
Altre informazioni sul vestito tradizionale qui
Immagini dell'abito tradizionale della pacchiana

Aggiornamento:
Come si evince da questo documento in quell'anno a Parigi erano in esposizione anche diversi "marmi" provenienti dal Gargano. Chi ne sapesse di più è pregato di contattarmi su info@amaraterra.com.

Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

EVENTO: Proiezione del documentario "Ritorno a Vico" - 2 marzo Bari

BARI lunedì 2 marzo 2015, ore 17.30
Mediateca Regionale di Puglia – Via Zanardelli 3

Proiezione del documentario "Ritorno a Vico",
in viaggio verso il Salento con i cantori della Settimana Santa di Vico del Gargano (2014 - Carpino Folk Festival - Daunia Production, scritto e diretto da Giovanni Rinaldi)



Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!