Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Foggia e la guerra - Estate 1943 - Saverio Salemme

Foggia - 10 maggio 2013 - Le interviste di ScenAperta per la "Banca della memoria" della Rete di associazioni "Le radici e le ali". Piero Cammuso e Annarita Tancredi intervistano il sig. Saverio Salemme, classe 1932. Editing audio-video Piercamm.

Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

VIDEO: LA PODOLICA DEL GARGANO

Apri, vedi e clicca sul mi piace sotto al video nella pagina
AUTORE: Daniele Bisceglia
TITOLO DEL VIDEO: La podolica del Gargano
STORIA: 
FOGGIA: Carpino Folk Festival
ORGANIZZAZIONE NON PROFIT: Associazione Culturale Carpino Folk Festival - See more at: http://www.esperienzeconilsud.it/unastoriaconilsud/2014/07/16/la-podolica-del-gargano/#sthash.uQgscHNb.dpuf
AUTORE: Daniele Bisceglia
TITOLO DEL VIDEO: La podolica del Gargano
STORIA: 
FOGGIA: Carpino Folk Festival
ORGANIZZAZIONE NON PROFIT: Associazione Culturale Carpino Folk Festival - See more at: http://www.esperienzeconilsud.it/unastoriaconilsud/2014/07/16/la-podolica-del-gargano/#sthash.uQgscHNb.dpuf


Conoscere il Sud Italia vuol dire conoscere le sue storie, le piccole e grandi vicende personali depositarie di una tradizione che non si racconta a parole ma a gesti, i gesti di un sapere pratico che rappresenta un’eredità culturale inestimabile. Nell’ambito di un’iniziativa indetta da “Fondazione per il Sud”,  il Carpino Folk Festival in collaborazione con giovani videomaker dell’area garganica, ha deciso di raccontare i gesti di una tradizione secolare, quella della produzione di caciocavallo podolico con un video intitolato “La podolica del Gargano”.

Apri, vedi e clicca sul mi piace sotto al video nella pagina

Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

FOTO: Impronte di dinosauro a Vieste? Mistero risolto

Tempo fa l'amico Gianmichele di Explora Gargano postava questa foto su facebook (album completo).


Di cosa si tratta? Impronte di dinosauro? Carsismo? No, e bene, sono buche fossili scavate da pesci.

Per chi vuole saperne di più basta leggere questo documento.
Tra gli autori il geologo Michele Morsilli, nativo di Ischitella e professore presso l'università di Ferrara.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

IL PROGRAMMA UFFICIALE DEL CARPINO FOLK FESTIVAL 2014

Il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni 
dal 01 Agosto al 10 Agosto 2014
Tutti gli eventi sono ad ingresso libero 


Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

La storia (mai compiuta) del porto commerciale e militare più grande d'Europa nel Lago di Varano

di Domenico Sergio Antonacci

Nella seconda metà dell l' '800, in piena età positivista, fioccano gli scritti sui possibili utilizzi del Lago di varano come porto commerciale e militare. Tra i primi (vedi aggiornamento a fine post) quello del senatore del Regno Giuseppe Aurelio Lauria (1862), su stimolo dell'ingegnere Francesco Paolo Albanese (1861).
L'idea dell'utilità del "Porto Varanese" nello scritto "Porto di Varano, idee di Giuseppe Aurelio Lauria" era basata su alcuni dati di fatto:

  • prima o poi ci sarebbe stata una guerra con l'Impero Austro-Ungarico e una base nel medio Adriatico avrebbe costituito un grande vantaggio;
  • in Europa non c'erano porti ampi come quello ipotizzato del lago di Varano (non aveva bisogno di rada vista l'ampiezza);
  • la materia prima era a disposizione in loco: mano d'opera dalla colonia penale delle Tremiti, legname, catrame e pece dai boschi, ferro dal sottosuolo (si credeva che le rocce garganiche fossero ricche di ferro);
  • sul lato commerciale tante sarebbero state le materie da esportare: grano, lana, tessuti in primis; a sostegno di tale scenario c'era quello dell'apertura del canale di Suez.
Lunghe sono le descrizioni dell'anfiteatro naturale che circonda il lago, immaginando le due foci alle estremità, i fari di Rodi e Devia, fortificazioni e postazioni militari a Rodi e Calarossa oltre che sulle colline da Ischitella a Cagnano e sull'istmo di Varano.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!