Più continuiamo a conoscere, più continuiamo a sentire queste storie come le nostre storie, più riusciremo a costruire un' Italia diversa. R. Saviano

Tumori in Capitanata, il report online

In un post del 2014 accennavamo ai primi dati pubblici sui tumori in Provincia di Foggia.
Grazie a una segnalazione di Michele Falco veniamo a conoscenza di un interessante e preoccupante report.

Nel 2006-08 è stato istituito il registro tumori della regione Puglia, poi pubblicato online anche sul sito sanita.puglia.
Di seguito anche un'analisi interessante dedicata alla provincia di Foggia e al Distretto Sanitario di Vico del Gargano di cui fanno parte quasi tutti i comuni del Gargano nord.
"nel sesso maschile; rispetto alla regione, si evidenziano
difetti significativi per tutti i tumori, tumori del fegato e linfomi non Hodgkin. Nel sesso femminile, si evidenziano eccessi
significativi nella mortalità per asma, cirrosi e traumi in entrambi i confronti (...) oltre a tumori (...)."
Il registro tumori completo per il 2015 è online sempre su questo sito.
Prima o poi qualcuno dovrà dare spiegazioni.


Cosa provoca questi dati allarmanti? Gianni Lannes ne parla da anni ormai...forse sarebbe il caso di approfondire qualche questione ambientale sottovalutata (e sommersa, nel vero senso della parola).
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Presentati 3 progetti LIFE da attuare sul Gargano

Ripristino degli habitat degli uccelli migratori e nidificanti delle Isole Tremiti,salvaguardia e rinaturalizzazione delle lagune di Lesina e Varano, tutela della biodiversità della Foresta Umbra. Sono queste le azioni previste dai tre progetti LIFE NATURA a cui il Parco nazionale del Gargano ha deciso di aderire.

Sarà Legambiente Nazionale a fare da capofila del progetto “LIFE- ISOLE” che punta alla conservazione dell'avifauna nelle piccole isole mediterranee tra le quali rientra l’Area Marina Protetta delle Tremiti gestita dal Parco del Gargano. Sempre Legambiente coordinerà anche il “LIFE SEAM” che prevede il monitoraggio e la valutazione dei servizi ecosistemici che, per ciò che riguarda il Gargano, saranno concentrati sulla Foresta Umbra e sulle Isole Tremiti dove si interverrà (in caso di approvazione del progetto da parte dell’Unione Europea) sulla tutela della biodiversità e sulla fruizione delle aree potenziandone la sentieristica, le attrezzature e le infrastrutture turistico-ricettive- ricreative.

Il terzo progetto, denominato “LIFE CRITICAL Concrete Conservation actions of Phanerogams in Italian Coastal Lagoons”, vede come capofila il CNR ISMAR di Lesina e mira alla salvaguardia e alla rinaturalizzazione delle praterie di Zostera noltei, una pianta acquatica presente nelle lagune di Lesina e Varano, che ha un ruolo fondamentale per il funzionamento di habitat critici, come le aree di riproduzione e nursery per molte specie di invertebrati e pesci commercialmente importanti. Con tale progetto si intende promuovere anche una maggiore sensibilità ambientale, sostenendone la sua crescita attraverso il coinvolgimento delle varie categorie di settore (associazioni di pesca, operatori turistici, enti pubblici di ricerca, amministratori locali e associazioni).

Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Pugliapromozione - Avviso manifestazione d'interesse progetto “In Puglia 365”

Il presente Avviso è finalizzato alla raccolta di manifestazioni di interesse come fase preliminare all’avvio della procedura di selezione per la realizzazione di un programma di servizi ed attività finalizzate all’implementazione della fruizione dei sistemi di attrattori e delle aree di rilevanza turistica. Il programma “In Puglia 365”, prima attuazione del
Piano Strategico del Turismo “Puglia365” ha lo scopo di promuovere il patrimonio diffuso, coinvolgendo luoghi d’arte, cultura e natura per potenziare l’offerta turistica per il tramite di modalità di destagionalizzazione frutto di innalzamento della qualità dell’offerta, sua differenziazione, accessibilità e conoscibilità degli attrattori stessi. Tutto ciò al fine di sperimentare prodotti turistico specialistico che si declina nell’arco del trimestre ottobre-dicembre 2016.

Al fine, quindi, di una prima sperimentazione dei servizi collegati agli attrattori ed alle aree turisticamente rilevanti saranno prese in considerazione le azioni da realizzarsi in un periodo delimitato, coincidente con il trimestre da ottobre a dicembre 2016. Queste attività costituiranno dunque un vero e proprio progetto-pilota che potrà essere replicato, con modalità similari, ove vi siano le risorse anche in altri periodi dell’anno a partire dal 2017, sempre nella logica della destagionalizzazione.

Sono ammessi alla manifestazione di interesse i Comuni e i soggetti gestori di attrattori culturali e/o naturali individuati dai Comuni, in forma singola o associata.

Ogni proposta deve far riferimento ad un preciso ambito territoriale e tematico. Gli ambiti territoriali e i temi di riferimentoindividuati sono i seguenti: TERRITORIO: Gargano e Daunia, Puglia Imperiale, Valle d’Itria, Magna Grecia, Murge e Gravine, Bari e la costa, Salento. TEMA: Enogastronomia e ruralità, Arte e Cultura nei centri urbani, Sport e Benessere nella natura, Natura e Paesaggio, Tradizioni e Spiritualità, Puglia accessibile (target con esigenze specifiche: disabili, famiglie, vacanze con animali, ecc.).

La manifestazione di interesse e i documenti richiesti dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del giorno martedì 30 settembre 2016.

Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

VIDEO "A TASTE OF LUCERA"

di Michele Stanca


Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!

Polpo e spada: Ricette e avventure gastronomiche nei mari del Sud Italia - Un libro di Domenico Ottaviano

Crudi di mare, antipasti, primi e secondi piatti. Tutti rigorosamente “di mare”. Il percorso geografico e culturale attraversa tutto il Sud della penisola, dalla Puglia alla Sicilia, dalla Campania alla Calabria e si nutre di tradizioni e sapori locali solo leggermente rivisitati dallo chef. Domenico Ottaviano, alla testa del ristorante “Al trabucco da Mimì”, partendo dalla ricchezza della materia prima, ha superato i dettami imposti dalla tradizione, avviando un processo di innovazione ed elaborando nuovi piatti.

Arancine di riso patate e cozze, Cicatelli con lupini e salicornia, Pan bagnato alle vongole e rucola di spiaggia, Murici e cardoncelli della Murgia su crema di cavolfiore, Tentacoli di polpo croccante, carote piccanti e crema di cicerchie... Sono solo alcune delle 45 ricette di Polpo e Spada. Il risultato è una rappresentazione fedele della cucina di mare nel Sud Italia di oggi. Ricette che, in ogni caso, restano semplici, comprensibili e di facile esecuzione anche per i meno dotati ai fornelli.

Questo libro offre inoltre un ricco e dettagliato spaccato sulla cultura marinaresca e la pesca tradizionale in tutto il Sud Italia, metodi antichi di secoli, oggi pressoché scomparsi poiché scarsamente produttivi, e anche approfondimenti sulle diverse tipologie ittiche e sulle conserve di mare. Il tutto con un occhio di riguardo agli aspetti più schiettamente popolari della cultura del mare nel Meridione, per molti versi un universo ancora “arcaico” e foriero di leggende e racconti ancestrali dal sapore mitico.
Prendete e condividetene tutti, questo è il nostro blog offerto in sacrificio per voi!